Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 62
Sabato, 09 Gennaio 2010 17:45

Storia del Paese

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

STORIA DEI PAESI PONTE ALLA CHIASSA GIOVI E BORGO A GIOVI

Ponte alla ChiassaLa borgata di Ponte alla Chiassa è situata lungo la ex SS 71, a circa 6 chilometri da Arezzo. Prende il nome dal ponte sul fiume Chiassa e, pur essendo di recente formazione, è nota l’esistenza di un Ospedale per Viandanti, fino dal trecento.
E’ un importante punto di convergenza di strade; verso est la via della Libbia permette il collegamento con Anghiari e la Valtiberina. A nord la citata SR 71 permette di raggiungere il Casentino mentre da sud-ovest, in località Le Mulina, parte il raccordo con la strada Setteponti che collega Arezzo con Firenze attraverso il Valdarno.
Ad ovest, la linea ferroviaria Arezzo – Pratovecchio Stia costituisce il confine con il paese di Giovi mentre l’abitato di Borgo a Giovi rappresenta il confine nord.
Fino alla Seconda Guerra Mondiale esistevano due ponti sul fiume Chiassa: quello più antico, ad est, era stato di fatto sostituito da un ponte più moderno, costruito per supportare il crescente traffico stradale.
L’esercito tedesco in ritirata fece “saltare” entrambi i ponti. Nel dopoguerra fu ricostruito solo il ponte recente mentre a testimonianza di quello antico resta solo un pilone.
Storicamente in località Pievaccia, si elevava la paleocristiana Pieve di Santo Stefano da dove passava l’importante via romana che congiungeva Arezzo con Bologna e tutta l’Italia settentrionale.


Verso nord, lungo la SR 71, è situato Borgo a Giovi, piccolo centro abitato dall’aspetto antico con la Villa Guadagni (oggi Cappelli), un edificio di metà settecento.
Alla confluenza del fiume Chiassa con l’Arno si trova il paese di Giovi: un borgo medioevale fortificato con la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, di probabili origini alto-medioevale.

Ponte alla Chiassa

Nelle immediate vicinanze, si trova la Villa Caporali (oggi Albiani), dominante la piazza del paese. Nel secolo scorso Giovi era conosciuto dagli aretini quale “spiaggia” sulle rive dell’Arno e luogo dove era possibile mangiare il pesce locale cucinato in maniera originale. Famosa ancora oggi l’anguilla in umido.
A circa un chilometro, lungo la riva sinistra dell’Arno, si trova la cinquecentesca Villa Mancini, luogo delle vicende d’amore di Gabriele D’Annunzio e della Contessa Giuseppina Mancini.

Nelle vicinanze, in località Petrognano, si trovano la settecentesca Villa Lambardi e la Villa Occhini, residenza padronale risalente al cinquecento.
A sud di Ponte alla Chiassa, sempre lunga la SR 71, si trova la Villa Redi al Piscinale, una delle più interessanti dei dintorni di Arezzo.

 


Arno Giovi


Ricerca curata da Roberto Carnesciali

Per esigenze di sintesi, rimando gli approfondimenti artistici e storici alle opere di Angelo Tafi: “Immagine di Arezzo”, Calosci - Cortona 1985 e Dario Caccialupi “Giovi – Petrognano” Graphicomp 2003

Letto 15659 volte Ultima modifica il Lunedì, 25 Gennaio 2010 15:08

Devi effettuare il login per inviare commenti